marcomirra.it
BLOG DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA
SUL MONDO DEL DIGITALE E NON SOLO.
marcomirra.it
Cerca
Close this search box.

Smart City: opportunità e sfide per il futuro delle città

Smart City image

Le Smart City sono città che utilizzano le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. Ma vediamo  come:

  1. Migliorando la sicurezza, la mobilità, l’istruzione, l’assistenza sanitaria e l’accesso ai servizi pubblici  (le tecnologie intelligenti vengono utilizzate per aiutare e a prevenire i crimini e a migliorare la risposta alle emergenze).
  2. Maggiore efficienza dei servizi pubblici ed essere utilizzate per automatizzare i processi, ridurre i costi e migliorare la qualità dei servizi pubblici ( esempio  l’accessibilità per le persone con disabilità a muoversi e partecipare alla vita urbana, attraverso le nuove tecnologie digitali).
  3. Ridurre l’inquinamento, migliorare l’efficienza energetica e promuovere la mobilità sostenibile ( le tecnologie intelligenti  possono aiutare a ridurre i consumi energetici e le emissioni di gas serra

Naturalmente il passaggio da una città attuale (poco o per niente smart) a smart avrà delle ricadute non da poco sui costi e una serie di problemi che è il caso di esplorare asseieme:

  • Problemi di sicurezza: Un possono essere utilizzate per violare la privacy e la sicurezza dei cittadini.
  • Discriminazione: le tecnologie ICT possono essere utilizzate per discriminare le persone in base alla loro razza, religione, sesso o condizione economica.
  • Ineguaglianza: le Smart City potrebbero aumentare le disparità tra i cittadini, se i benefici non vengono distribuiti in modo equo.

QUALCHE DATO

  • Un rapporto del World Economic Forum del 2022 stima che le Smart City potrebbero generare 1,2 trilioni di dollari di valore economico globale entro il 2030.
  • Un rapporto della Commissione Europea del 2021 rileva che le Smart City potrebbero ridurre le emissioni di gas serra del 30% entro il 2050.
  • Un rapporto del MIT del 2020 rileva che le Smart City potrebbero migliorare la qualità dell’aria del 20% entro il 2030.

Alcuni esempi concreti di Smart City già attive

  • Copenhagen, in Danimarca, è una delle città più avanzate al mondo in termini di Smart City. La città utilizza le tecnologie ICT per migliorare la mobilità, la gestione dei rifiuti e la sostenibilità ambientale.
  • Singapore è un altro esempio di città intelligente. La città utilizza le tecnologie ICT per migliorare la sicurezza, l’accessibilità e l’efficienza dei servizi pubblici.
  • Milano è una delle città italiane più impegnate nello sviluppo di soluzioni Smart City. La città sta investendo in tecnologie per la mobilità sostenibile, la gestione dei rifiuti e la sicurezza urbana.
Se penso alla situazione delle nostre città oggi,  dove ancora persistono problemi di sicurezza  tra buche sull’asfalto e modelli obsoleti di viabilità, mi veniva da sorridere quando leggevo le varie potenzialità di una smart city.  Non penso sia una cosa praticabile a stretto giro a livello nazionale. Troppe disuguaglianze nel nostro paese rendono inapplicabile un progetto del genere su larga scala. Vedremo se sarà solo un problema di tempo oppure no.

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO

Facebook
WhatsApp
articolo

ALTRI CONTENUTI

SmartPhone WC

Nel nostra esistenza oramai abbiamo appurato che il nostro smartphone sembra essere diventato un compagno inseparabile. Talmente inseparabile da preferirlo anche come compagno  durante i momenti più personali, come una visita al bagno. Molti di noi sono consapevoli dei rischi

Read More »
L’Intelligenza Artificiale verso una regolamentazione Europea. E gli altri?

L’11 dicembre 2023 segna un anno dall’approvazione dell’AI Act (regolamento sull’Intelligenza Artificiale), il primo regolamento al mondo sull’intelligenza artificiale. Proposto dalla Commissione europea nel 2021 e negoziato con il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE, mira a stabilire un quadro giuridico chiaro e uniforme per l’uso dell’IA all’interno dell’UE.

Read More »
Robot fatti di cellule umane “antrobot”

Un team di ricercatori dell’Università di Harvard ha realizzato i primi robot a partire da cellule umane. I robot, chiamati Anthrobot, sono costituiti da cellule della trachea e sono in grado di muoversi autonomamente e di assemblarsi in strutture più

Read More »