marcomirra.it
BLOG DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA
SUL MONDO DEL DIGITALE E NON SOLO.
marcomirra.it
Cerca
Close this search box.

Robot fatti di cellule umane “antrobot”

d41586-023-03777-x_26464310

Un team di ricercatori dell’Università di Harvard ha realizzato i primi robot a partire da cellule umane. I robot, chiamati Anthrobot, sono costituiti da cellule della trachea e sono in grado di muoversi autonomamente e di assemblarsi in strutture più grandi.

Gli Anthrobot sono stati creati da Michael Levin e Gizem Gumuskaya, che hanno utilizzato una tecnica chiamata “riprogrammazione epigenetica” per modificare il comportamento delle cellule. In questo modo, i ricercatori hanno indotto le cellule della trachea a formare strutture complesse e a muoversi in modo coordinato.

Hanno dimensioni microscopiche tuttavia, i ricercatori hanno dimostrato che sono in grado di muoversi in modo autonomo, anche in condizioni complesse e  sono in grado di nuotare in acqua e di seguire un percorso guidato.

I ricercatori hanno anche dimostrato che gli Anthrobot possono assemblarsi in strutture più grandi, come catene o reti. Questa capacità potrebbe essere utilizzata per creare nuovi materiali o per sviluppare nuovi dispositivi medici.

In medicina, potrebbero essere utilizzati per trasportare farmaci o per riparare i tessuti danneggiati. In bioingegneria, potrebbero essere utilizzati per creare nuovi materiali o per sviluppare nuovi dispositivi. In intelligenza artificiale potrebbero essere utilizzati per studiare il comportamento dei sistemi biologici o per sviluppare nuovi algoritmi di apprendimento automatico.

La ricerca sugli Anthrobot è ancora agli inizi, ma ha il potenziale per rivoluzionare il modo in cui interagiamo con il mondo naturale.

Per approfondire: I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Nature.

Foto in copertina credit: Gizem Gumuskaya, Tufts University

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO

Facebook
WhatsApp
articolo

ALTRI CONTENUTI

SmartPhone WC

Nel nostra esistenza oramai abbiamo appurato che il nostro smartphone sembra essere diventato un compagno inseparabile. Talmente inseparabile da preferirlo anche come compagno  durante i momenti più personali, come una visita al bagno. Molti di noi sono consapevoli dei rischi

Read More »
L’Intelligenza Artificiale verso una regolamentazione Europea. E gli altri?

L’11 dicembre 2023 segna un anno dall’approvazione dell’AI Act (regolamento sull’Intelligenza Artificiale), il primo regolamento al mondo sull’intelligenza artificiale. Proposto dalla Commissione europea nel 2021 e negoziato con il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE, mira a stabilire un quadro giuridico chiaro e uniforme per l’uso dell’IA all’interno dell’UE.

Read More »