marcomirra.it
BLOG DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA
SUL MONDO DEL DIGITALE E NON SOLO.
marcomirra.it
Cerca
Close this search box.

La guerra Intelligente tra Israele ed Hamas

robotguerra

Il conflitto tra Israele e Hamas è uno dei più longevi e sanguinosi del mondo. Negli ultimi anni, la tecnologia ha assunto un ruolo sempre più importante in questo conflitto, trasformando la guerra in un “purtroppo” banco di test per verificare l’impiego delle cosiddette “armi intelligenti”.

Israele è uno dei leader mondiali nell’uso della tecnologia militare. L’esercito israeliano ha investito massicciamente in intelligenza artificiale, robotica e sistemi di difesa avanzati, con tecnologie  tilizzate per una serie di scopi, tra cui:

  • La difesa.  L’esercito israeliano utilizza un sistema di difesa antimissilistico chiamato Iron Dome per intercettare i missili lanciati da Hamas dalla Striscia di Gaza. Questo sistema è stato in grado di abbattere la maggior parte dei missili lanciati da Hamas, ma non tutti.
  • Il targeting (riconoscimento). L’esercito israeliano utilizza droni e altri sistemi di sorveglianza per identificare e colpire i militanti di Hamas. Queste tecnologie consentono all’esercito israeliano di colpire i militanti con maggiore precisione, riducendo il rischio di vittime civili.
  • La prevenzione. Hamas ha costruito una rete di tunnel sotterranei che vengono utilizzati per infiltrarsi in Israele e lanciare attacchi. L’esercito israeliano utilizza tecnologie per rilevare e distruggere questi tunnel.
 
Ma andiamo ad analizzare più dettagliatamente di quale arsenale dispone Israele.

 

ARMI NUCLEARI

Jericho III missile balistico intercontinentale israeliano

Jericho III: un missile balistico intercontinentale a guida inerziale con una testata nucleare di 1 megatone.

 

 

ARMI CONVEVZIONALI A LUNGO RAGGIO

missile da crociera Delilah israeliano

Delilah: un missile da crociera a guida laser a lungo raggio con una testata da 200 kg.

 
 
 
 
ARMI ANTICATTO A MEDIO RAGGIO

missile anticarro Spike NLOS israeliano

Spike NLOS: un missile anticarro a guida laser a lungo raggio con una testata da 10 kg.

 
 
 
 
 
ARMI ANTICARRO A CORTO RAGGIO
missile anticarro Spike SR israeliano
 

Spike SR: un missile anticarro a guida laser a corto raggio con una testata da 5 kg.

 

 

 

ARMI SUPER INTELLIGENTI

Drone kamikaze Harop israeliano
 
 
 
Il drone Harop: è un drone kamikaze che utilizza l’AI per individuare e colpire i bersagli.
 
 
 

missile da crociera Popeye Turbo israeliano

 
 
 
Popeye Turbo: un missile da crociera a guida GPS a lungo raggio. L’IA viene utilizzata per il puntamento e il tracciamento del bersaglio.
 
 
 
 
ROBOT DA COMBATTIMENTO
Robot da combattimento Guardium israeliano
 
 
 Il Guardium è un robot da combattimento che utilizza l’AI per identificare e attaccare i bersagli.
 
 

Per concludere..

Ovviamente l’elenco delle armi sopracitate è di pubblico dominio, e non sappiamo a livello di tecnologia bellica se si stanno utilizzando altri tipi di armi. In questo momento non posso fare a meno di pensare a quanto accaduto con la bomba H testasta ad Hiroshima e Nagasaki nel 1945. Un vero e proprio esperimento bellico di proporzioni apocalittiche per capacità distruttiva e relative conseguenze (radioattività). Un parallelismo naturale in termini di opportunità per verificare sul campo, quanto sia possibile spingersi nell’utilizzo  dell’intelligenza artificiale per aumentare capacità e precisione distruttiva. Una brutta sensazione per chi come me ha sempre pensato che i progressi della tecnologia avessero senso solo se portatori di un valore aggiunto per l’uomo. Per il suo bene, ed il miglioramento dela vita, e non di certo per la sua distruzione. Sarà questa purtroppo una brutta macchia nella storia evolutiva dell’uomo che si aggiunge alle tante altre, e che si contrappone al vero senso del concetto stesso di innovazione. Purtroppo passano gli anni ed i secoli, ma la natura dell’uomo rimane sempre la stessa. Profondamente omicida ed egoista. Una lezione questa ed un monito per chi ingenuamente pensa che siano sempre e solo riconducibili all’ignoranza o il limitato progresso, ma che invece è profondamente radicato nell’uomo.  Un male antico che affonda le sue radici nella mancata visione globale come essere (tra esseri), in un rapporto che sarebbe dovuto essere paritario, ma che invce non lo è. A noi oggi spetta meditare profondamente affinchè si possa comprendere che fino a quando si avranno guerre interiori, ce ne saranno sempre di piu’ esteriori!

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO

Facebook
WhatsApp
articolo

ALTRI CONTENUTI

SmartPhone WC

Nel nostra esistenza oramai abbiamo appurato che il nostro smartphone sembra essere diventato un compagno inseparabile. Talmente inseparabile da preferirlo anche come compagno  durante i momenti più personali, come una visita al bagno. Molti di noi sono consapevoli dei rischi

Read More »
L’Intelligenza Artificiale verso una regolamentazione Europea. E gli altri?

L’11 dicembre 2023 segna un anno dall’approvazione dell’AI Act (regolamento sull’Intelligenza Artificiale), il primo regolamento al mondo sull’intelligenza artificiale. Proposto dalla Commissione europea nel 2021 e negoziato con il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE, mira a stabilire un quadro giuridico chiaro e uniforme per l’uso dell’IA all’interno dell’UE.

Read More »
Robot fatti di cellule umane “antrobot”

Un team di ricercatori dell’Università di Harvard ha realizzato i primi robot a partire da cellule umane. I robot, chiamati Anthrobot, sono costituiti da cellule della trachea e sono in grado di muoversi autonomamente e di assemblarsi in strutture più

Read More »