marcomirra.it
BLOG DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA
SUL MONDO DEL DIGITALE E NON SOLO.
marcomirra.it
Cerca
Close this search box.

Microsoft: I dati di 250 milioni di clienti accessibili liberamente via WEB

Non si sa ancora se gli eventuali organismi di controllo GDPR alla mano prenderanno provvedimenti. Ma di certo all'immagine della Microsoft queste news non giovano, e soprattutto se i dati esposti fossero stati rubati, neanche ai clienti, possibili vittime di truffe

Notizia di queste ore, che per gravità e portata dei fatti farebbe tremare le gambe anche ai piu’ robusti. Ancor di piu’ perchè chi è al centro dei fatti è la Microsoft, azienda che dovrebbe “dare l’esempio”. 

I fatti

Microsoft ha esposto sul web i dati di quasi 250 milioni di clienti contenenti informazioni relative alle conversazioni tra gli operatori dei call center  e i clienti, e cosa ancora piu’ assurda  per tutto il periodo che va dal 2005 al dicembre 2019. Chiunque senza nessuna richiesta di autorizzazione poteva visionarli. 

Si chiude la stalla quando sono usciti già i buoi? 

Bella domanda!  Ad oggi non ci è dato sapere se i dati esposti possano essere suscettibili  ad eventuali sanzioni previste dal GDPR, ma di certo i dati cosi facilmente raggiungibili potrebbero essere stati carpiti da potenziali truffatori per raggiri e truffe. Di fatto, il poter fingere di essere tecnico Microsoft darebbe accesso ad una serie di informazioni che malevolmente possono essere estorte al malcapitato cliente. 

A quanto pare ci sono ancora indagini in corso da parte della Microsoft che comunque lo ricordiamo non contatta mail il cliente senza un’apertura di un ticket, e raramente lo fa telefonicamente o direttamente via mail, ma sempre l’apertura e gestione di un ticket online. 

Fonte ufficiale Microsoft: https://msrc-blog.microsoft.com/2020/01/22/access-misconfiguration-for-customer-support-database/


Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO

Facebook
WhatsApp
articolo

ALTRI CONTENUTI

SmartPhone WC

Nel nostra esistenza oramai abbiamo appurato che il nostro smartphone sembra essere diventato un compagno inseparabile. Talmente inseparabile da preferirlo anche come compagno  durante i momenti più personali, come una visita al bagno. Molti di noi sono consapevoli dei rischi

Read More »
L’Intelligenza Artificiale verso una regolamentazione Europea. E gli altri?

L’11 dicembre 2023 segna un anno dall’approvazione dell’AI Act (regolamento sull’Intelligenza Artificiale), il primo regolamento al mondo sull’intelligenza artificiale. Proposto dalla Commissione europea nel 2021 e negoziato con il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE, mira a stabilire un quadro giuridico chiaro e uniforme per l’uso dell’IA all’interno dell’UE.

Read More »
Robot fatti di cellule umane “antrobot”

Un team di ricercatori dell’Università di Harvard ha realizzato i primi robot a partire da cellule umane. I robot, chiamati Anthrobot, sono costituiti da cellule della trachea e sono in grado di muoversi autonomamente e di assemblarsi in strutture più

Read More »